Privacy Policy

COMITATO TERRITORIALE TRIESTE - GORIZIA

Vicini a Fulvio Dapiran

Vicini a Fulvio Dapiran

Il Comitato Territoriale, a nome di tutto il movimento della pallavolo locale, si stringe in un abbraccio a Fulvio Dapiran, già consigliere provinciale e fulcro della ASD Virtus Pallavolo Trieste (società storica del nostro Comitato, nonché capofila in Serie B2F nell'ultima stagione per l'attività pallavolistica del nostro movimento), per la perdita della madre. Ti siamo vicini, e stretti, Fulvio!"

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

Kontovel Campione Territoriale Coppa Italia Divisione F

Kontovel Campione Territoriale Coppa Italia Divisione F

E’ del Kontovel la Coppa di Divisione Femminile Territoriale

Sul podio anche il Farravolo - Finali Regionali a Udine da venerdì a domenica

 

Il Centro polisportivo Ervatti di Borgo Grotta Gigante, ancora una volta messo gentilmente a disposizione dal Kontovel, è stato il palcoscenico sul quale è andato in scena l’atto decisivo della fase territoriale della Coppa Italia Divisione Femminile.

 

Road to the Final

Percorsi diversi, soprattutto nel girone di qualificazione, hanno contraddistinto l’accesso alla finale delle due contendenti al primo posto.  Il Kontovel A si è presentato con 6 vittorie su 7 gare, mentre l’OMA Pallavolo A aveva chiuso il Girone di qualificazione al quinto posto, con 2 vittorie e tre sconfitte. Sembrava una strada in salita, quella delle giallonere, che invece le hanno viste ribaltare i pronostici imponendosi sia nei quarti (3-1 sulla Pallavolo Ronchi) che in semifinale (stesso risultato, ai danni del Farravolo).

 

L’andamento della gara

Partiamo dal fatto che le due finaliste si sono fronteggiate partendo da uno schema di gioco diverso: alzatrice unica per la squadra di Privileggi, e uno schema "4-2 con doppia penetrazione" (come si diceva anni fa) oppure, per usare una terminologia tecnicamente più attuale… un “6-2”, e cioé 6 giocatrici che attaccano e due che si occupano della costruzione, per le atlete dell’OMA accompagnate in panchina dal Presidente Luciano Seppi. Oltre a ciò, l’OMA si è presentata con dieci atlete in tutto, di cui due con la casacca da Libero...e quindi solo due sostituzioni regolamentari a disposizione.

Il primo set vede una prevalenza biancoceleste (colori sociali del Kontovel, in barba alle divise fucsia-blu presentate in campo) che si è tradotta in ben quattro set-ball...non messi a segno...fino a concedere all’OMA la conquista del parziale nella prima occasione a loro utile.

Le padrone di casa non si fanno buttare giù psicologicamente dall’esito della prima frazione, e tornano in campo decise a far sentire la propria voce e ricordare che nel girone di qualificazione si erano imposte con un rotondo 3-0: il secondo set è a senso unico...dall’8-4 che porta l’OMA al suo primo time-out...fino al 20-12 che costringe le giallonere al secondo break.  Il secondo round finisce comunque a 15, e si riparte dal pareggio dei set. Ma...c’è un ma… ed è un “ma” particolare. Il centrale del Kontovel Sofia Ukmar accusa un problema alla caviglia, e non sembra nelle condizioni di poter continuare a giocare. La terza frazione inizia con il Kontovel che schiera Federica Micussi (professione alzatrice) nel ruolo di centrale, e il buon detto “si fa di necessità virtù” in questa occasione sembra virtuoso solo potenzialmente: il Kontovel non è lo stesso, né tecnicamente né dal punto di vista dell’atteggiamento. Un reboante 25-12 sigla il 2-1 per le ragazze dell’Opera Maria Ausiliatrice.

Fortunatamente (per la squadra dell’altipiano) l’infortunio di Ukmar si rivela lieve...e permette a Privileggi di schierare nuovamente la centrale titolare nel roster che affronterà il quarto set. Sarà questo un elemento decisivo? Non sta a noi dirlo, ma il Kontovel rialza la testa e affronta il quarto set con un piglio nuovamente diverso.  Fino al 12-11 per l’OMA il parziale risulta equilibrato...ma alla lunga esce una maggiore organizzazione di squadra del Kontovel, che ribatte con grinta e determinazione a tante azioni lunghe generate in tutti i fondamentali dalle “protagoniste” (v. paragrafo dedicato). La gara si decide al quinto set. Pur mantenendo lo schema delle due alzatrici-attaccanti, l’OMA continua a cambiare qualcosa nella sestina che si presenta sullo 0-0, ma l’inizio del set decisivo arride al Kontovel, che si porta sul 3-0. L’OMA non molla l’osso facilmente...e ci rimane attaccato, riportandosi in vantaggio sul 5-4. Arriva poi al pari sulla cifra di 8, per poi conquistare ancora un punto...ma le padrone di casa ritornano in vantaggio, e dal time-out sull’11-9 la gara non ha più alterità agonistiche. L’OMA rimane a nove...e il Kontovel conquista la Coppa Territoriale della Coppa Italia delle Divisioni.    

          

Le protagoniste

In realtà sono tutte, e ce lo dicono tutti. A noi, comunque, piace sottolineare la diversificata pervicacia delle tre registe (Grassi e De Savino per l’OMA, e Vattovaz per il Kontovel), così come la  prestazione in seconda linea del Libero giallonero Rosato, e l’incisività da posto 4 di Martina Lizzi, per le padrone di casa in casacca blu-fucsia. Così come va evidenziata la prestazione di Barut, decisiva in vari momenti importanti, oltre che firmataria del punto-coppa.

 

Il prossimo appuntamento

Le ragazze capitanate da Vattovaz si affacciano quindi alle finali regionali che si terranno a Udine (impianto del Rizzi Volley) nel fine settimana con il seguente programma. Venerdì, in Gara1 alle 21, le nostre affronteranno il Bielectra Cordenons. Sabato alle 20 la perdente di Gara1 affronterà I.e.facile – Udine Volley, la quale, domenica sempre alle 20, si giocherà il titolo con la vincente della prima partita del triangolare.

 

Le dichiarazioni dei Capitani:

“Un risultato che non ci aspettavamo” esordisce Samanta Micali (OMA). “Parlo come Capitano, ma anche a nome di tutta la Società, e posso dire che siamo molto soddisfatti. A inizio anno siamo riuscite a mettere in piedi una squadra di ragazze con diversi tipi di esperienze, e ciò non ci portava a credere di poter raggiungere una finale, come poi – invece – è successo; anche perché alcune compagne hanno abbandonato l’avventura in corso d’opera. “

 

“La prima cosa che mi sento di dire è che le nostre ragazze sono state bravissime” confida Breda Ban (Kontovel). “Abbiamo avuto modo di affrontare le nostre avversarie odierne  già nel girone, ma rispetto a quella gara loro hanno avuto modo di aggiungere qualche giocatrice, ed è stata più dura. Una gara particolare, quella di oggi, che - oltre al caldo – ha incontrato l’infortunio di Ukmar, per fortuna poi non rivelatosi grave, sostituita da Micussi in un ruolo che non è il suo (gioca alzatrice ed è stata impiegata in centro, n.d.r.). Anche l’emozione si è fatta sentire, e comunque è stata la prima e unica gara del campionato al quinto set sia per noi che per l’OMA, e anche per questo chiudo come ho iniziato: con i complimenti alle mie...che sono riuscite ad avere maggiore lucidità nei momenti decisivi, forse anche grazie ai tre allenamenti a settimana che siamo riusciti a svolgere nell’ultimo periodo, rispetto a prima.”

 

(Le interviste complete ai Capitani saranno trasmesse sabato e domenica, alle ore 13, nel programma radiofonico del nostro Comitato “Rockin’ Volley” su Radioattività.)  

 

Risultato

Kontovel A – OMA Pallavolo A   3-2

(25-27, 25-15, 12-25, 25-21, 15-9)

Durata set

30’ – 23’ – 23’ - 27’ – 17’

Durata incontro

2h e 12’

Arbitri

Marco Temon (Gorizia) e Andrea Benedetti (Monfalcone)

 

Segnapunti

Daniela Savarin

 

Squadre

KONTOVEL A: Federica Micussi, Veronika Skerk, Irina Bezin, Nina Malalan, Ivana Zaccaria (L), Giorgia Barut, Breda Ban (K), Sofia Ukmar, Martina Lizza, Mila Vattovaz. All. Nicholas Privileggi

OMA Pallavolo A: Benedetta Di Castri, Alice Muha, Chiara Grassi, Sveva Zanne, Alice De Savino, Eleonora Cozzi, Samanta Micali (K), Benedetta Rodinis, Giovanna Rosato (L1), Camilla Govoni (L2).

 

Photo Gallery

In allegato una rassegna fotografica del post-match curata da FOTO DAMJAN.    

 

Lo Streaming

La finale, in video e cronaca, è disponibile sul canale YouTube “Sloga Volley”.

 

Finale 3°-4° posto

Farravolo – Fincantieri A   3-0 (15, 12, 11)

 

La Classifica

1° Kontovel A

2° OMA Pallavolo A

3° Farravolo

4° Fincantieri A

5° Mossa B

6° 50 Pallavolo Ronchi

7° Mossa A

8° Mavrica Arcobaleno

9° Sokol B

10° Le Volpi

11° Intrepida Mariano

12° Kontovel Zalet A

 

 

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

Al Ronchi Titolo Territoriale in Coppa U12 F

Al Ronchi Titolo Territoriale in Coppa U12 F

Alla Pallavolo Ronchi il primato territoriale nella Manifestazione Nazionale per le più giovani (Under 12)

La Società Legionaria del Presidente Antonio Piraino quest’anno non festeggia solamente i 50 anni della propria fondazione, bensì anche il titolo di Campionesse Territoriali delle Under più piccole. Parliamo delle Under12 che hanno partecipato alla Coppa Italia a loro dedicata e che hanno conquistato il titolo territoriale grazie al successo nella finale di ieri mattina (domenica 27/06) disputatasi nell’impianto di Vermegliano alle 10.30, e che ha visto le giovanissime atlete del 3x3 imporsi sull’U.S. Azzurra Rossa in una gara che prevedeva la vittoria per chi avesse vinto due set. Il risultato è stato senza esiti di sorta. Le Tigers si sono imposte 2-0  facendo rimanere le avversarie a 11 nel primo set, e addirittura a 5 nel secondo.

 Quello che da formula era previsto come un triangolare di finale è diventata una gara secca e decisiva, a seguito dell’abbandono da parte dell’Eurovolleyschool, titolata a partecipare alle finali ma impossibilitata a prendervi parte. A quest’ultima, comunque, le medaglie di bronzo in virtù della vittoria in una delle tre semifinali che hanno anticipato la giornata decisiva della manifestazione, che – lo ricordiamo – vedrà il suo prosieguo sull’erba di Gradisca d’Isonzo, nelle finali regionali che si terranno nella mattinata di domenica 4 luglio. 

Il risultato di questa finale è frutto di una prestazione eccellente delle mie atlete” dichiara il coach Giuliana Marchesich. “In queste ultime settimane, nonostante il caldo assillante, ci siamo allenate, oltre che nella tecnica di base, anche sui dettagli che - in situazioni complicate - possono essere determinanti. Domenica tutto questo è stato messo in pratica ed il risultato lo dedico a loro, le mie giovani Tigers, considerando pure che 2 atlete (su 4) erano del 2010. Adesso, visto che siamo in ballo, balleremo: a Gradisca non sarà facile, ma se non si sogna non si vive".

La gara è stata diretta da un Arbitro Associato gentilmente messo a disposizione dall’Intrepida Mariano, e - per chi non avesse avuto modo di assistervi personalmente- è visibile sul canale Youtube “Tigers Pallavolo Ronchi”.

Presente a rappresentare il Comitato Territoriale e premiare le giovanissime atlete il Consigliere Denis Del Torre.

Lato Comitato è stato un successo, anche perché la fascia di età più giovane è stata anche quella che ha denotato più abbandoni, nell’ultima stagione sportiva falcidiata dalla pandemia Covid-19 e le sue ricadute.  Su questo si deve e si vuole lavorare: perché parliamo non solo di linfa, ma anche di radici. E il domani dipenderà da questo.

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

COPPA DIVISIONI FEMMINILE: OMA E KONTOVEL PER IL TITOLO

COPPA DIVISIONI FEMMINILE: OMA E KONTOVEL PER IL TITOLO

Coppa di Divisione: domenica a Borgo Grotta Gigante la Finale 1°-2°

Nella mattinata anche la Finale dell’Under 12 (a Ronchi)

 

Giornata piena e importante, quella di domenica, per il volley locale.

 

Finale 1°-2° Coppa Italia Under 12 Volley S3 3x3 Femminile

Si parte al mattino, precisamente alle 10.30, quando nell’impianto polifunzionale di Vermegliano 50 Pallavolo Ronchi Arancio e U.S. Azzurra Rossa si contenderanno il titolo più giovane della stagione (diretta streaming sul canale YouTube “Tigers Pallavolo Ronchi”. La formula prevedeva un triangolare, come atto decisivo, ma l’impossibilità a partecipare dell’avente diritto Eurovolleyschool ha fatto mutare l’epilogo di questa manifestazione in una gara secca. Chi vincerà due set riceverà un biglietto con data 04 luglio e destinazione Gradisca d’Isonzo, dove le Finali Regionali si terranno outdoor e su fondo erboso. Scelta del Comitato Regionale, quest’ultima, motivata dal fatto che le Finali Nazionali di questa competizione si giocheranno all’aperto.    

 

Finale Coppa di Divisione

Nel tardo pomeriggio (fischio d’inizio previsto per le 19.30) si terrà il match che decreterà le Campionesse Territoriali dell’unico Campionato “senior” gestito quest’anno dal Comitato FIPAV Trieste-Gorizia, e teatro di questa finale sarà il Centro Polisportivo Ervatti, già sede della Finale dell’U13F sabato scorso.

Si giocheranno il titolo il Kontovel A e l’OMA Pallavolo A, che nelle semifinali di giovedì sera hanno superato rispettivamente il Fincantieri A e il Farravolo. (Più sotto risultati e parziali). La vincente accederà alla fase successiva, quella regionale, che prevede un triangolare tra le campionesse dei tre comitati territoriali FVG e si disputerà tra sabato 03 e domenica 04 luglio in provincia di Udine.

 

Arbitri dell’incontro: Marco Temon (Gorizia) e Andrea Benedetti (Monfalcone).   

 

L'accesso al pubblico è concesso a un numero massimo di 50 persone (pari al 25% della capienza totale dei posti a sedere), nella disponibilità di 25 unità per ogni Società partecipante alla Finale.

 

L’incontro sarà trasmesso in Diretta Streaming - commentata a cura del Comitato - sul canale YouTube “Sloga Volley”.

 

Le Semifinali di Divisione

Kontovel A – Fincantieri A   3-0 (25-13, 25-16, 25-21)

Farravolo – OMA Pallavolo A   1-3 (24-26, 25-19, 16-25, 16-25) 

 

In allegato i regolamenti delle due finali.

 

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

Bando Ripartenza Cultura e Sport

Bando Ripartenza Cultura e Sport

La Regione Friuli Venezia Giulia , al fine di rilanciare le attività culturali e sportive e di offrire occasioni di lavoro ai lavoratori dei settori culturale e sportivo regionale, penalizzati dai provvedimenti di restrizione o chiusura delle attività a partire dall'inizio dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, concede incentivi annuali per progetti regionali, anche multisettoriali e integrati , a diversi soggetti, tra cui associazioni sportive dilettantistiche e società sportive, con sede legale od operativa in Friuli Venezia Giulia. 
 
Risorse complessive: Euro 2.500.000,00.
 
Importi concedibili fra Euro 50.000,00 ed Euro 100.000,00. (scadenza 5 luglio 2021). 

Tutte le informazioni a questo link:
http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/cultura-sport/attivita-culturali/FOGLIA198/

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia 
Eurovolleyschool Campione Territoriale Under 13 Femminile

Eurovolleyschool Campione Territoriale Under 13 Femminile

 Il Coselli cede in finale dopo due ore e 10 minuti

Ronchi  sul podio

 

Ci sono voluti ben 130 minuti di accaldato confronto per decretare le vincitrici territoriali del Campionato di Under 13 Femminile. Sabato alle 17, nel centro polisportivo Ervatti di Borgo Grotta Gigante gentilmente messo a disposizione dal Kontovel, si sono fronteggiate il Coselli e l’Eurovolleyschool: quasi a ribadire il buon lavoro di entrambe le società, che il giorno prima si erano incontrate a Farra nella finale di U17F.

L’arrivo in finale

Le due squadre si sono presentate al fischio d'inizio dopo aver superato le semifinali in maniera molto diversa: se l'EVS aveva avuto la meglio sul Ronchi solo alla fine di un battagliato quinto set (15-13), il Coselli aveva annichilito il Kontovel lasciando a queste ultime un miserrimo bottino di 12 punti totali in 3 set!

La cronaca

Sul rettangolo di gioco dell’altipiano giuliano le due finaliste si sono fronteggiate con schemi di gioco  diversi: alzatrice unica per la squadra di Dimitrijevic, e un "4-2" classico per la compagine di Peressin. 

A inizio gara, per emozione o tattica...non ci è dato sapere, il gioco sembra quasi eccessivamente "di scuola": tante alzate alte in centro e attacchi piazzati, per non parlare del gioco - anche offensivo - in bagher. Una prima frazione sostanzialmente equilibrata si conclude sul filo di lana (25-23) a favore di un EVS che nel secondo set sembra aver preso l'abbrivio portandosi sul 6-3 e corroborando il vantaggio sul 10-6. Ecco però la risposta targata Aiello & Partners e la parità sul 10 che spinge al time-out di riparo la giovanissima coach Dimitrijevic. Tempo di riposo che le dà ragione, perché le sue ritornano sopra di due punti; ma immantinente arriva il contro-break cosellino (12-14) e l'accelerata fino al 14-20, quando una sostituzione in posto 4 sembra riaccendere il parziale. Il team sponsorizzato da Innocente & Stipanovich si riporta sul 19-21, ma è un fuoco di paglia velocemente spento dalle ragazze accompagnate in panchina dal dirigente Paola Corti, che chiudono i giochi sul 25-21.

Le ali dell’entusiasmo portano il Coselli a un inizio turbo nel terzo parziale con un turno di servizio da 6 punti di Brazzatti (8-2), ma anche dall’altra parte della rete arriva una bella serie dai 9 metri di Marsiglia che riavvicina le contendenti (11-10). L’Aiello & Partners rialza la voce fino al 18-14, quando arriva la reazione EVS  che si riporta al pareggio sul 19. C’è ancora la resistenza delle padrone di casa che tornano sopra (20-19), ma il cambio palla riporta al servizio proprio Marsiglia (spina nel fianco della ricezione cosellina) e il tabellone elettronico  aumenta velocemente i punti EVS fino alla cifra di 24, per poi chiudere il terzo atto sul 25-22. 

Un grande recupero che avrebbe potuto galvanizzare le ragazze di Dimitrijevic, e invece…il quarto set sembra una bolla a sé stante rispetto alla gara vista finora: c’è solo il Coselli. Forse le ragazze dello sponsor Innocente & Stipanovich stanno accusando il caldo e la stanchezza, e la panchina opta per 4 sostituzioni..forse anche per far riposare le titolari in vista del set decisivo. Questa risulta, a posteriori, una mossa vincente: se il quarto set vede l’EVS arrendersi addirittura a 9...il quinto set trova un cartello con scritto “senso unico EVS”:  un 5-1 iniziale detta un solfeggio “+4” che al cambio di campo aumenta di una nota (8-3) per poi aumentare ancora sull’11-6 e allargarsi in un’acuta… fino a chiudere il match sul +9 quando un pallone arrivato sopra la rete viene chiuso dalla centrale Coretti.

Le singolarità

Dal punto di vista delle individualità, oltre alle già citate, sottolineiamo anche la prestazione dell’altra centrale EVS Bosich, così come della regista Guarniero, che ha preso più volte in mano lo scettro decisionale anche per quel che riguarda le soluzioni di attacco diretto. Per usare un paradosso...”una cosa dubbia è certa”: ci fosse stato in palio anche il premio MVP non sarebbe stato facile scegliere, anche perché nelle fila delle argentate si è distinta luminosamente Sefusatti, la cui prestazione - pur non scevra di sbavature - è stata indubbiamente maiuscola, soprattutto dai 9x3.

Il prossimo appuntamento

Le ragazze capitanate da Capitan Guarniero si preparano ora a partire per Chions dove affronteranno le padrone di casa del CFV Itasteel Group e il Rizzi Volley Mc Donald’s Udine alfine di stabilire chi sarà la formazione campione regionale. (Ricordiamo che questo campionato non prevede finali interregionali e nazionali.)

Le dichiarazioni dei coach

“E’ stata una finale degna di questo nome” sottolinea Lara Peressin (Coselli). “Una partita bella e combattuta tra due squadre di ragazze che, per essere così giovani, hanno un grande merito nell’essersi affrontate a viso aperto e credendoci fino in fondo. Un 3-2 che ha premiato il lavoro di entrambe le società, e va riconosciuto che l’EVS è una squadra più completa, anche per delle fisicità più importanti delle nostre. Per noi è un risultato eccellente in quest’annata difficile, e abbiamo fatto più di quello che all’inizio dell’anno potevamo ipotizzare.”

“È stata una partita che ha messo in evidenza i nostri punti di forza e quelli che ancora dobbiamo migliorare” dichiara Bojana Dimitrijevic (EVS). “Una gara sicuramente impegnativa che ha mostrato alle ragazze quanto si debba rimanere lucide fino alla fine e sfruttare al meglio tutte le occasioni. Nonostante le varie difficoltà di questa stagione siamo certamente soddisfatti dell’obiettivo raggiunto!”

Risultato:

Coselli Aiello & PartnersEurovolleyschool Innocente & Stipanovich   2-3

(23-25, 25-21, 22-25, 25-9, 6-15)

Durata set:

26’ – 27’ – 29’ – 20’ - 16’ 

Durata incontro:

2h e 10’

Arbitri:

Simon Carfi, Dario Dello Stritto

Squadre

COSELLI: Brazzatti (K), Sefusatti, Petelin, Pittao, Degrassi, Bradamante, Venier, Prato, Bonivento, Rigo, Chichiarelli. All. Lara Peressin

EUROVOLLEYSCHOOL: Marsiglia, Merlatti, Princival, Del Piero, Riccio, Beltrame, Karadzic, Sparello, Guarniero (K), Coretti, Bosich, Pacor, Malvone. All. Bojana Dimitrijevic

Photo Gallery

In allegato una rassegna fotografica del post-match curata da Alessandro Del Piero.    

Lo Streaming

La finale, in video e cronaca, è disponibile sul canale YouTube “Sloga Volley”.

Il Comitato ringrazia

- il Presidente del Kontovel Marko Ban, e il suo staff, perfetti padroni di casa;

- Daniele Sblattero, preciso segnapunti messo a disposizione (come da regolamento della finale) dalla società che risultava in casa, e cioé il CGS Coselli;

- i Consiglieri Territoriali Antonello Taliento (attento  addetto al defibrillatore) e Martin Maver (generoso regista audio-video);

- il Responsabile della Comunicazione Marco Bernobich per lo speakeraggio ambientale e live-on-line.

- il Presidente FIPAV FVG Alessandro Michelli per la presenza e la gentile disponibilità;

- le persone del pubblico, che hanno creato una cornice bella, calorosa e corretta.

 

Finale 3°-4° posto

50 Pallavolo Ronchi – Kontovel   3-0 (16, 9, 18)

 

La classifica

1° Eurovolleyschool Innocente & Stipanovich

2° Coselli Aiello & Partners

3° 50 Pallavolo Ronchi

4° Kontovel

5° J.V. Fincantieri

6° U.S. Azzurra

7° Olympia TS

8° Azzurra RdR

9° Sokol

10° BOR

11° Sloga Dvigala Barich

 

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

EUROVOLLEYSCHOOL CAMPIONE TERRITORIALE UNDER 17 FEMMINILE

EUROVOLLEYSCHOOL CAMPIONE TERRITORIALE UNDER 17 FEMMINILE

 Superato il Coselli in finale per 3-1

Medaglie di bronzo al Farravolo

 

Dopo il successo territoriale nel Campionato Under15F, l’Eurovolleyschool s’impone anche nella categoria delle Under 17. Una finale apertissima, sulla carta, quella che  si è disputata venerdì sera a Farra d’Isonzo (GO): entrambe le formazioni, infatti, sono arrivate al match decisivo non avendo lasciato lungo il percorso nemmeno un set alle avversarie in tutto il campionato.

Se da un lato l’EVS Midstream non può contare su Milosevic (infortunio a una caviglia), dall’altro lo ZKB Coselli si ritrova a dover spostare il Libero De Toni nel ruolo di ala e far indossare la casacca di specialista difensore alla seconda alzatrice Alice Floreani, portando i centrali – nel corso di una gara durata quasi due ore – anche a ricevere e difendere. 

Nel primo set parte bene l’EVS che mantiene 3 punti di vantaggio fino a metà frazione, quando allunga dal 13-10 al 17-10. Il Coselli non demorde e si rifà sotto (18-16) ma non riesce a recuperare e si ferma a 20 punti. Arriva decisa la reazione nel secondo round che vede lo ZKB sempre avanti e nonostante le 4 sostituzioni e i due time-out (6-11 e 14-20) di coach Vascotto, l’incontro torna in parità. Contro-reazione Midstream che apre il terzo parziale con un bruciante 7-1 e mantiene il distacco per poi addirittura aumentarlo permettendosi anche di far rifiatare alcune delle titolari. Alla lunga viene fuori l’EVS, che dimostra maggior costanza e lucidità. Il Coselli non porta sul campo la stessa grinta reattiva dimostrata nella seconda frazione e si spegne gradualmente sotto i colpi delle avversarie che concedono loro nel quarto set solamente 12 punti e vengono incoronate reginette territoriali. 

Ora Marandici e compagne sono attese nel weekend dalle finali regionali dove andranno a contendersi il titolo con il Martignacco e il Chions Fiume Volley.

La finale, in video e cronaca live, è disponibile sul canale YouTube “Eurovolleyschool”.

Le dichiarazioni

“Onore all’Eurovolley che ha disputato una bella partita” esordisce il tecnico del Coselli Paolo Cola. “E’ stata una stagione difficile e io sono felice perché le mie ragazze hanno sempre dato il massimo, e averle tutte qui e sorridenti era l’obiettivo che mi ero prefissato. Oggi, nello specifico, ho dovuto rivoluzionare ruoli e schemi e non abbiamo saputo esprimerci come sarebbe servito, soprattutto in ricezione. Così come non abbiamo tenuto dal punto di vista della lucidità, al contrario dell’EVS che ha il merito di averla mantenuta per tutto l’incontro.”

Sentiamo ora l’allenatrice EVS Jessica Vascotto. “Sono molto soddisfatta anche perché in questa partita abbiamo fatto tesoro di un errore commesso nella finale di U19: il partire molto cariche porta al fatto che poi vi sia un calo. Oggi invece siamo partite tranquille e lucide. Nel secondo set il Coselli ha avuto una reazione molto accelerata,  e il nostro merito principale credo risieda nell’essere riuscite a rimanere calme e non farci sopraffare dall’andamento di un singolo set. Senza tralasciare il fatto che, soprattutto quando fa molto caldo, bisogna far in modo di gestire e calibrare le energie: motivo per cui ho operato diverse sostituzioni.”

(Le interviste complete ai coach andranno in onda sabato alle 13, su Radioattività, all’interno del programma radiofonico del nostro Comitato Rockin' Volley, e anche domenica alle 13, nella consueta replica.)

Risultato:

ZKB Coselli - Midstream Lighting Sol. Eurovolleyschool   1-3

(20-25, 25-18, 16-25, 12-25)

Durata set:

25’ - 29’ - 24’ - 23’

Durata incontro:

1h e 50’

Arbitri:

Marco Temon, Andrea Benedetti

Squadre

COSELLI: Sfreddo (K) 3, De Toni 7, Bodigoi 7, Berliavaz 12, Crucitti Agata 12, Pereira 1, Floreani (L), Corona, Zobec, Pischianz, Cola, Crucitti Agnese. All. Paolo Cola

EUROVOLLEYSCHOOL: Marandici (K) 16, Beltrame, Favento 10, Bonetti 1, Vicinanza 6, Torcello 1, Udina 1, Menini 9, Zotti 3, Vigini 16, De Vidovich 3, Marsiglia, Petz (L1), Campanella (L2). All. Jessica Vascotto 

Top Scorer

Marandici e Vigini (EVS): 16

 

PhotoGallery 

Galleria Fotografica Stefano Zotti 

 

***

Le altre gare della giornata

Finale 3°-4° posto

FARRAVOLO - HAIR TRAINER VOLLEY   3-0 (17, 10, 20)

 

Finale di ritorno 5°-6° posto

BCC STARANZANO&VILLESSE - SOKOL ZALET   3-1 (25-16, 23-25, 25-19, 26-24)

(Andata: 3-2 per lo Staranzano-Villesse)

 

Triangolare 7°-8°-9° posto

EUROVOLLEYSCHOOL FUTURE - KONTOVEL ZALET   1-3 (13-25, 12-25, 25-21, 15-25)

 

Triangolare 10°-11°-12° posto

PALLAVOLO ALTURA A - PALLAVOLO ALTURA B   3-0 (7, 18, 15)

 

La classifica

1° Eurovolleyschool Midstream Lighting Sol.

2° ZKB Coselli

3° Farravolo

4° Triestina Volley Hair Trainer

5° BCC Staranzano&Villesse

6° Sokol Zalet

7° Kontovel Zalet

8° J.V. Fincantieri Verde

9° Eurovolleyschool Future

10° Asd Pallavolo Pieris

11° Pallavolo Altura A

12° Pallavolo Altura B

 

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

Finali U13F in arrivo

Finali U13F in arrivo

Saranno il Centro Coselli e l’Eurovolleyschool a contendersi il titolo territoriale per la categoria U13F. Un straclassica triestina quella che si terrà a Sgonico sabato alle 17 (la gara, per motivi organizzativi, è stata anticipata di un’ora rispetto al calendario), e che - riguardo le Società protagoniste - sarà anche un bis della finale U17F del giorno prima (venerdì 18/06) a Farra.

Sempre sabato, alle 19, si terrà a Ronchi la finale per il 3° e 4° posto tra le padrone di casa e il Kontovel, e questi due match chiuderanno l’intera fase locale che sta delineando i piazzamenti di tutte le 11 squadre che hanno preso parte a questo Campionato.

L’incontro che decreterà le campionesse territoriali Under 13, in presenza di pubblico ma in maniera contingentata, sarà trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube dello Sloga Volley, e anche in questa circostanza ci sarà il commento live a cura del nostro Comitato.

Si ringrazia la Società Kontovel per la disponibilità dell’impianto, del Covid Manager e di tutte le procedure necessarie e richieste nel regolamento della Finale.

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

PROTOCOLLO SVOLGIMENTO ATTIVITÀ FIPAV (ex DECRETO LEGGE 65 dd 18.05.2021 - V.2 dd 15.06.2021

PROTOCOLLO SVOLGIMENTO ATTIVITÀ FIPAV (ex DECRETO LEGGE 65 dd 18.05.2021 - V.2 dd 15.06.2021

Riceviamo dalla Federazione Nazionale e divulghiamo.

___

In allegato si trasmette la versione aggiornata del documento in oggetto contente importanti novità circa:

‒      lo svolgimento delle attività IN ZONA BIANCA, con possibilità di svolgimento di ogni forma di attività anche al chiuso (sempre senza la presenza di spettatori);

‒      screening sanitario FINALI NAZIONALI, con esenzione per vaccinati e COVID+ negli ultimi sei mesi.

___

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

INDICAZIONI OPERATIVE: PASSAGGIO S.S. 2020/2021 - S.S. 2021/2022

INDICAZIONI OPERATIVE: PASSAGGIO S.S. 2020/2021 - S.S. 2021/2022

Si trasmette in allegato un documento nazionale esplicativo della gestione del passaggio tra la stagione sportiva 2020/2021 e 20201/2022, che come ormai di consuetudine in questi ultimi tempi, prevedrà delle procedure straordinarie per consentire alle società di concludere l’attività agonistica relativa al 2020/2021 anche nel mese di luglio 2021.

Il percorso evidenziato consentirà di fatto da una parte la continuazione dell’attività sportiva 2020/2021, dall’altra permetterà l’avvio della stagione 2021/2022 in modo “ordinario” in tempi e modalità per tutti gli adempimenti necessari alla programmazione della nuova stagione.

Si prega di prestare particolare attenzione soprattutto al termine temporale 15 giugno – 29 giugno (TERMINE TASSATIVO E INDEROGABILE) in cui ciascuna società dovrà completare gli elenchi di atleti e figure tecnico/dirigenziale che potranno continuare l’attività eventualmente in programma nel mese di luglio 2021 (CAMPIONATI DI CATEGORIA FINALI REGIONALI – INTERREGIONALI - NAZIONALI – PLAY OFF C - COPPA ITALIA D – COPPA ITALIA DIVISIONE –– TROFEO NAZIONALE UNDER 12 VOLLEY S3).

 

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

 

Attachments:
Download this file (Vademecum Societario Passaggio Stagioni.pdf)Vademecum Societario

 

 

 

©2021 FIPAV Comitato Territoriale Trieste Gorizia - Foto di sfondo di Roberto Carsi