Privacy Policy

COMITATO TERRITORIALE TRIESTE - GORIZIA

ZKB Coselli Campione Territoriale U16F

Si è assegnato domenica 14 aprile a Gorizia il secondo titolo territoriale della stagione.

Come per l’U14F, anche la Final Four dell'Under 16 Femminile ha visto le due semifinali giocarsi in contemporanea al mattino (fischio d'inizio alle 10.00) in due impianti diversi, mentre entrambe le finali si sono disputate su un unico campo di gioco. 

Di seguito cronaca e commenti, mentre qui potete trovare la fotogallery della Finale per il primo posto.

Semifinali

Alla Palestra Sant’Andrea (GO) si sono affrontate l’US Azzurra GO e l'Eurovolleyschool. Hanno avuto la meglio le ragazze di coach Miloš Velikonja che hanno conquistato l'accesso alla finale dovendo sudare parecchio nel primo set, ma poi imponendo il proprio gioco pur con un EVS sempre arrivato ai 20 (24-20-21 i parziali).

Un inequivocabile 3-0 è stato il risultato anche dell'altra semifinale, quella giocata alla Palestra Morpurgo che ha visto vittoriose le atlete del Coselli ZKB ai danni dell'OMA Pallavolo. Le ragazze accompagnate da Massimo Montesion non sono mai riuscite a impensierire le padrone di casa fermandosi sui punteggi di 12, 19 e 13.

Finale 3°-4°

Nell’impianto goriziano che ha ospitato una delle due semifinali sono scese in campo alle 15 le perdenti del mattino per conquistare la possibilità di sperare nel quarto posto disponibile per le Finali FVG. 

L’avvio è di color giallonero con le ragazze di coach Seppi a sembrare più determinate e, pur andando sotto nel punteggio in più di un’occasione, alla fine si portano a casa il primo set per 25-21.

Poi però la gara si capovolge e diventa uno show di Marandici e socie.

Subito 5-1 nel secondo parziale per l’EVS che mantiene e aumenta gradualmente il divario (11-6, 17-9, 21-10) fino a un nettissimo 25-13.

Stesso andazzo nel terzo atto nonostante le due sostituzioni per parte e i due time out in casa OMA: il 4-0 iniziale diventa in un attimo un 8-1, divario che verrà mantenuto fino al 17-10 e poi fino alla fine, passando anche per un allungo di +9 sul 22-13.

Cambio di campo sul 2-1 EVS e la quarta frazione si gioca in maniera equilibrata fino alla doppia cifra, quando 3 punti di fila delle ragazze allenate da Lorenzo Sparello chiamano ai ripari la panchina avversaria con un time-out (10-13) che però non fornisce i frutti sperati: +5 sul 19-14 e +9 per il fischio finale che qualifica le triestine agli spareggi regionali.

Finale 1°-2°

La gara conclusiva inizia con un monologo del Coselli (9-1) che annichilisce le goriziane le quali non riescono a reagire all’organizzazione di gioco mostrata dall’altra parte della rete. In pochi minuti le ragazze di capitan Sblattero si portano sul 20-10 per poi chiudere il primo capitolo lasciando le avversarie a 13.

Meno netto il divario nel secondo parziale, ma la superiorità del gioco triestino -gestito egregiamente dalla regista Beatrice Canarutto- esce alla distanza: il primo break più consistente le vede portarsi sul 14-10, il secondo sul 17-11 e le atlete di coach Velikonja concedono anche il secondo set fermandosi a quota 18.

La musica non cambia nella terza frazione, e nonostante i due cambi chiusi goriziani, i potenti attacchi delle avversarie (in nota soprattutto Zuliani da posto 2) sono troppo difficili da contenere e il terzo e ultimo set si chiude con lo stesso punteggio del secondo, facendo festeggiare le ragazze accompagnate dal Dirigente Paolo Ruggeri.

Il Post-Finali

Alla fine degli incontri, e prima delle premiazioni, lo speaker Marco Bernobich ha chiesto a protagonisti e pubblico di riconoscere un applauso corale a Vittoria Zuliani, opposto del Coselli da poco selezionata dalla Nazionale Femminile Under 16. Vittoria ha voluto anche ringraziare tutti pubblicamente al microfono. Quindi il Presidente del nostro Comitato Paolo Manià ha ringraziato e omaggiato gli arbitri delle finali pomeridiane Rossella Moratto, Riccardo Damiani, Andrea Benedetti e Alessandro De Col (che hanno avuto il coordinamento del Commissario di Campo e Arbitro Benemerito Tonio Siddi).

Il premio MVP è stato conferito all’alzatrice cosellina Beatrice Canarutto, che se l’è visto consegnare dal tecnico isontino e internazionale Luca Milocco.

Lo speakeraggio e l’intrattenimento musicale nelle finali, a cura del nostro Comitato, è stato fornito dalla nostra house organ radiofonica Rockin’ Volley (i sabati dalle 12 alle 13 e le domeniche in replica dalle 13 alle 14 su Radioattività).

I commenti

Lorenzo Sparello, l’allenatore terzo classificato, valuta: “Una finale in gran parte già scritta dove il Coselli ha fatto il protagonista. L’Eurovolley si è presentato alla semifinale non sufficientemente motivato: il 3 a 0 spiega tutto. Ha meritato l’Azzurra che con un buon lavoro e molta umiltà si è aggiudicata la finale. Anche nella finale l’Azzurra ha fatto il possibile, ma non è riuscita a far fronte a un Coselli decisamente più completo nell'attacco. L’Eurovolley si è consolato con il terzo posto, e si prepara ad affrontare quanto meglio possibile la fase egli spareggi per accedere alla finale regionale.”

Ed ecco le parole del tecnico delle Campionesse Territoriali, Ciro Zoratti: “Sono estremamente soddisfatto del percorso che stanno facendo le ragazze, soprattutto perché riescano a conciliare attività sportiva e studio senza che nessuno dei due ambiti ne risenta. E mi sento in dovere di ringraziare i genitori per il supporto che mi hanno dato in questi lunghi e faticosi mesi nei quali hanno sacrificato gran parte del loro tempo libero per il bene del progetto”.

 

I tabellini

Finale 3° posto

OMA Pallavolo - Eurovolleyschool U16   1 - 3

(25-21, 25-13, 25-18, 25-16)

Finale 1° posto

ZKB Coselli Trieste – U.S. Azzurra   3 - 0

(25-13, 25-18, 25-18)

 

Il Coselli si qualifica alla FinalFour Regionale del 11 e 12 maggio.

L’Azzurra e l’Eurovolleyschool accedono agli spareggi regionali tra seconde e terze del 02 e 03 maggio.

 

Ufficio Stampa

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia


 

Eurovolleyschool Campione Territoriale U14F

Si è assegnato domenica 07 aprile il primo titolo territoriale della stagione.

La Final Four dell'Under 14 Femminile ha visto le due semifinali giocarsi in contemporanea al mattino (fischio d'inizio alle 10.00) in due impianti diversi, mentre entrambe le finali si sono disputate su un unico campo di gioco e diverso da quelli del mattino. 

Di seguito cronaca e commenti, mentre qui potete trovare la fotogallery delle finali pomeridiane.

Semifinali

Alla Palestra Don Milani si sono affrontate l'Eurovolleyschool U14F e la Ocrem Srl Virtus Ts. Hanno avuto la meglio le ragazze del Consigliere Territoriale Renato Brusadin che hanno conquistato l'accesso alla finale con il miglior punteggio e soffrendo solo nel secondo set (14-24-13).

Un rotondo 3-0 è stato il risultato anche dell'altra semifinale, quella giocata alla Palestra Morpurgo che ha visto vittoriose le atlete dell'Aiello&Partners Coselli ai danni dell'ATI Nord Est Ronchi. Le ragazze accompagnate da Massimiliano Marculli non hanno retto il confronto soprattutto in ricezione e hanno fermato il loro punteggio a 16, 14 e 15.

Finale 3°-4°

A differenza di altri anni, si è giocato al meglio dei 3 set su 5, in quanto non trattavasi di una cosiddetta "finalina": ci si giocava, infatti, la possibilità di accedere agli spareggi intra-territoriali per poter conquistare il ruolo di quarta finalista regionale. 

L'attesa era palpitante al punto che fuori dalla Palestra Vascotto si è formata una lunga coda di auto ancor prima dell'apertura dell'impianto.

Da subito si è capito che non si avrebbe assistito a una gara scontata: l'equilibrio la fa da padrone ma il primo set viene comunque controllato dalle ragazze di Dapiran (9-8, 19-17, 22-21) che lo portano a casa con 2 punti di scarto.

Anche il secondo parziale vede un inizio alla pari, ma sull'8-7 Virtus arriva il ruggito delle tigri arancioni che grazie a 2 turni di servizio da 3 punti si portano sul 21-17, per poi portarsi a casa anche i rimanenti e rimettere i giochi in parità (25-17).

Equilibrio protagonista anche nella prima fase della terza frazione fino all' 8 pari, quando il sestetto marchiato Ocrem si porta sul +3. Arriva il TimeOut ronchese che porta buoni frutti (si ritorna in parità sul 12), ma un altro +3 Virtus mette in difficoltà le uniche finaliste venute a Trieste dalla provincia di Gorizia, le quali non demordono e -anzi- trovano una grande reazione di orgoglio che dal dal 13-15 passano sul 21-15 con un filotto di 8 punti mentre è al servizio Capitan Caiffa. C'è ancora una reazione delle triestine, ma non basta. L'ATI passa in vantaggio per due set a uno.

A differenza dei primi tre, il terzo set si apre con un break e un contro-break (3-0 Virtus, 4-3 Ronchi), poi c'è Virtus di nome e di fatto: 14-11, 18-15, 25-20. Tutto si deciderà al quinto. 

Sarebbe stato difficile prevedere epilogo più avvincente. Dal 3-3 arriva una serie di capovolgimenti di fronte:  7-3 Virtus, 8-8, 12-8 Virtus...e sembra segnata... E invece no: ruggiscono ancor più forte le tigri di coach Giuliana Marchesich che annichiliscono le avversarie prima raggiungendole sul 12 e poi continuando a imporsi, lasciandole proprio a quel punteggio. 

Il commento

Giuliana Marchesich, allenatrice del Ronchi, dichiara: “Sono tre anni che questo gruppo arriva alle finali, ma l emozione che mi hanno dato domenica è stata davvero una delle più forti; recuperare sul 12 a 8 per gli avversari al quinto set con quella grinta e determinazione mi ha reso fiera di allenare queste ragazze. Ora abbiamo ancora una chance per le finali regionali e cercheremo come sempre di dare il massimo. Ma intanto ci godiamo ancora quest’ euforia.”

Finale 1°-2°

Vista la lunghezza della gara precedente, l’inizio della sfida finale viene posticipato alle ore 18.00 e vede schierare i seguenti sestetti. Per l’Eurovolleyschool entrano Petz, Peres (K), Beltrame, De Vidovich, Vigini e Milosevic, mentre il Coselli propone Varljen, De Toni (K), Menini, Floreani, Berliavaz e Pereira.

Partenza a razzo per le ragazze accompagnate dal dirigente Renato Brusadin che si portano in un baleno sul 9-1 e poi continuano imperiosamente costringendo il tecnico cosellino Sabrina Levatino a esaurire i due tempi discrezionali a sua disposizione quando le sue sono appena sulla cifra di 4 (con le avversarie a 13). Il set non vede entrare in partita le atlete targate Aiello&Partners e il primo atto della finalissima si chiude con un perentorio 25-9.

Tra il primo e il secondo set uno scambio di battute tra i vice allenatori Lorenzo Sparello e Marcello Levatino travalica i limiti del dovuto ed entrambi si vedono assegnare un cartellino giallo.

Il secondo parziale si apre con maggior equilibrio ma solo fino all’8-7 EVS, quando le ragazze di Pascut trovano due mini-break che le portano fino al 14-8. Il Coselli rimonta due punti (12-16) ma subisce due turni di servizio da 4 l’uno e scivola prima sul 13-20 e poi sul 15-24, riuscendo a conquistare solo un'altra lunghezza. Si cambia campo sul 2-O Eurovolley.

Le ragazze accompagnate dal già Presidente Regionale Fipav Paolo Ruggeri, dopo 17 gare in cui avevano perso un solo set, ne subiscono due di fila, ma ciò non sembra abbatterle, e la terza frazione le vede esprimere un gioco più combattuto e volitivo, fino a recuperare e ribaltare uno svantaggio di due punti (12-14) portandosi in vantaggio sul 16-14. Stessa cosa, però, fanno anche le avversarie quando dal 15-17 si portano sul 18-17 per allungare poi sul 21-19. Le atlete di casa Morpurgo rialzano la testa con 3 punti di fila e ritornano in vantaggio: 22-21! Il set più avvincente fino a questo momento non ha finito comunque di stupire: le ragazze capitanate da Eleonora Peres riprendono in mano il timone del gioco per veleggiare fino al 25mo e ultimo punto, che le incorona Campionesse Territoriali.

Il Post-Finali

Alla fine degli incontri, e prima delle premiazioni, il Presidente del nostro Comitato Paolo Manià ha ringraziato tutte le atlete per l’impegno profuso e tutto il numeroso e corretto pubblico che ha affollato gli spalti della Vascotto, al tempo stesso stigmatizzando alcuni episodi che non dovremmo e vorremmo vedere sui nostri campi, ancor più nelle gare dei campionati giovanili.

Poi ha ringraziato e omaggiato gli arbitri delle finali pomeridiane Costantino Silvestri, Enrica Bittolo, Dario Dello Stritto e Martina Peinkhofer che durante le gare sono stati coordinati dal Commissario di Campo Daniele Zucca.

Il selezionatore della Rappresentativa Territoriale Andrea Stefini ha avuto il piacere di consegnare il premio MVP che è stato riconosciuto al capitano dell’Eurovolleyschool, Eleonora Peres.

Lo speakeraggio e l’intrattenimento musicale nelle finali, a cura del nostro Comitato, è stato fornito dalla nostra house organ radiofonica Rockin’ Volley (i sabati dalle 12 alle 13 e le domeniche in replica dalle 13 alle 14 su Radioattività).

I commenti

Il tecnico del Coselli, Sabrina Levatino, manifesta così il proprio pensiero: “Volevamo giocarcela, pur consci del fatto che l’Eurovolley ha più esperienza rispetto alle nostre. Le mie ragazze sapevano degli ottimi servizi EVS (fondamentale di primo piano in questa categoria), e noi non abbiamo servito come avremmo dovuto. Abbiamo sprecato parecchio nel secondo, e nel terzo è mancato proprio quel qualcosa in più di esperienza. Certo noi abbiamo dato loro una mano a vincere, ma alla fine hanno meritato loro. Mi fa infine piacere sottolineare la prestazione di Isabel Menini che a mio giudizio è risultata la migliore delle nostre.”  

Sull’altro fronte, l’allenatore vincente, Devis Pascut, si esprime così: “Le ragazze erano sicuramente emozionate, e non avrebbe potuto esser altrimenti, ciononostante hanno saputo gestire al meglio le emozioni per far uscire la voglia di vincere che ha caratterizzato le partite fin dal mattino. Sono stato colpito dalle prestazioni di alcune nostre ragazze che facendosi forza dello spirito agonistico hanno tirato fuori la grinta che ci ha portato a vincere la finale. Sono orgoglioso di questo gruppo di atlete, che ho seguito da oltre due anni, la vittoria ci stimola ancor più a lavorare per i prossimi impegni agonistici. Son sicuro che se continueranno con impegno -e anche con il divertimento che ci vuole sempre- otterranno ottimi risultati.” Gli chiediamo se sia contento per il premio MVP al suo capitano. “Certo che sono contento, ma –senza nulla togliere al merito di Eleonora- ha vinto una squadra, e per me oggi sono tutte MVP.”

 

I tabellini

Finale 3° posto

ATI Nord Est Ronchi - Ocrem Srl Virtus Ts   3 – 2

(23-25, 25-23, 25-20, 20-25, 15-12)

Finale 1° posto

Aiello&Partners Coselli – Eurovolleyschool U14F   0 – 3

(9-25, 16-25, 22-25)

 

L’Eurovolleyschool si qualifica alla FinalFour Regionale del 27 e 28 aprile

Il Coselli e il Ronchi accedono agli spareggi regionali tra 2e e 3e del 16 o 17 aprile.

 

Ufficio Stampa

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

 

Europei Giovanili a Trieste!

Trieste ritorna protagonista nel panorama internazionale del volley: dall’11 al 21 luglio il nostro Comitato e il nostro movimento avranno l’onore e il piacere di ospitare i Campionati Europei Femminili Under 16!

 

La macchina organizzativa è già all’opera al fine di mettere tutti i tasselli al loro posto; forte -anche- dell’esperienza maturata ospitando Campionati Mondiali, gare di World League, Super Coppa, e non solo.

 

Giovedì 28 è arrivata da Roma nel nostro capoluogo regionale una delegazione della FIPAV in visita ufficiale per i primi sopralluoghi.

Sono stati ispezionati l’impianto deputato per le gare (il Palasport di Chiarbola), quello individuato per gli allenamenti (Palestra Don Milani, ad Altura, proposta dal Consigliere Rusich), nonché le strutture alberghiere per le Nazionali, gli official e i delegati FIPAV e CEV.

La giornata è stata lunga e intensa: alle 10.30 i rappresentanti della Federazione Nazionale (sigg. Blandino e Corazza) sono atterrati a Ronchi e sono stati accompagnati al Palasport di Chiarbola, dove sono stati accolti dal Presidente Regionale FIPAV FVG Alessandro Michelli, dal nostro Consigliere Territoriale Walter Rusich e da Stefano Martucci (per PromoTrieste).

L’impianto di gioco designato è stato minuziosamente passato al setaccio: terreno di gioco e zone di rispetto, aree di servizio varie, impianto elettrico, tabellone elettronico, e molto altro. Esito? Esame superato!

(A riguardo ci teniamo a sottolineare che esemplare è stata la disponibilità del personale addetto all’impianto: dubbi e domande di ogni genere hanno trovato risposte pronte ed esaustive. Bravi!)

Dopo la prima visita sono seguite quelle dedicate alle strutture ricettive; il terzo step ha visto il committee supervisore spostarsi alla Don Milani, che ha lasciato felicemente stupefatti gli incaricati nazionali; gli allenamenti, peraltro, saranno “a porte aperte” e verranno inoltre proposti dei clinic per i tecnici del Friuli Venezia Giulia.

La giornata non finisce qui: si continua, intorno alle 19, con una riunione nella sede FIPAV Territoriale (presso gli uffici dello Stadio Nereo Rocco), dove si è cominciato a delineare il chi farà cosa e quando. Si arriva alle 21 come se le energie fossero inesauribili. (Cosa non fa la passione!) 

Vi confidiamo un dettaglio succoso: la Nazionale Italiana arriverà a Trieste in ritiro già il 2 di luglio, per una settimana di prepararazione e allenamenti a Chiarbola: un'occasione da sfruttare -sul campo- per allenatori, arbitri ed appassionati! Come, al tempo stesso, un'opportunità anche turistica per far godere le gioie delle nostre terre alle campionesse seniores di domani...e a tutto il seguito che le circonda!  

Ora sotto a chi tocca e a chi avrà piacere di collaborare alla buona riuscita di questo grande evento!

Continuate a seguirci: vi aggiorneremo per ogni novità e passaggi ulteriori!

 

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

 

19 Aprile variazione orario apertura del C.T.

Nella giornata del 19 Aprile 2019, la segreteria del Comitato Territoriale sarà aperta la mattina con il seguente orario: 09:30 - 12:30 (come da foto)

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia


 

Rappresentativa Femminile – Con Udine poteva andare meglio

Dopo l’esordio vincente al quinto set in terra pordenonese, le ragazze di coach Andrea Stefini si arenano contro la compagine udinese nella seconda gara del Trofeo dei Territori che è andata in scena martedì 19/03 a Farra d’Isonzo.

 

La cronaca:

1° set

Partono titolari Peres, Beltrame, Vigini, Udina, Terpin e De Vidovich, e l’inizio è un testa a testa fino al 13-13. A quel punto sfoderiamo un filotto di 7 punti con Udina dalla linea dei 9 metri. Udine riconquista il servizio ma il nostro coach stoppa subito con un time-out le altrui velleità di rimonta: ed è un tempo chiamato bene, perché conquistiamo altri 3 punti. La panchina ospite chiama a sua volta il suo secondo discrezionale, ma porta a casa una sola azione. Il divario non si colma e ci aggiudichiamo la prima frazione con 10 lunghezze di scarto.

2° set

Sestetto vincente non si cambia, ma è Udine ad apportare modifiche sia di atlete che di ruoli, e partiamo subito in affanno (2-7 e 4-11). Proviamo anche noi con delle sostituzioni, ma gli ingressi di Deana, Petz e Lorenzon non portano i frutti sperati e cediamo il secondo parziale rimanendo a quota 18.

3° set

Stefini spariglia e presenta un sestetto diverso, con Deana al posto di Vigini che, a sua volta, da posto 4 si sposta nel ruolo di opposto (fino a questo momento ricoperto da Terpin). Sono nostri i primi due punti, ma Udine non ci lascia scappare: dal 4-3 si passa al 4-7. Restiamo vicine e afferriamo il pareggio prima sul 12 e poi sul 15. Un buon time-out ospite porta di nuovo le avversarie sul +3, che poi diventa +4 sul 17-21. Riconquistiamo il servizio e mandiamo sui 9 metri Alice Petz. Mossa azzeccatissima: ritorniamo pari sul 21! Lì, però, ci fermiamo: Udine si prende tutti i punti rimanenti e se ne va sul 2-1.  

4° set

Ancora un sestetto diverso per noi: rispetto al terzo schieriamo proprio Petz al posto di De Vidovich. Si gioca punto a punto fino al 12-12, quando anche dall’altra parte della rete si opera una strategica sostituzione in zona di servizio che porta Udine sul +6. Manteniamo la distanza ancora per due punti (14-20), ma poi cediamo all’efficacia dei terminali offensivi udinesi e il parziale con il maggior distacco della gara sancisce la superiorità delle nostre avversarie.

 

Il commento:

Stefini, quali sono stati gli elementi determinanti di questa prestazione? “Nel primo set abbiamo fatto molto bene al servizio, mentre negli altri parziali non siamo riusciti a essere determinanti in questo fondamentale, inoltre siamo stati imprecisi (a differenza della gara di Pordenone) anche nella fase di ricostruzione del contrattacco.” Se volessimo sintetizzare la gara in una frase? “Direi che la differenza l’ha fatta la nostra difesa, che non è stata all’altezza del loro attacco.” E adesso? “Oltre ai concentramenti in programma, abbiamo ancora una o due partite da giocare e poter vincere. Molto dipenderà da noi perché i margini di miglioramento ci sono. A tal fine ho chiesto alle ragazze il massimo impegno durante gli allenamenti quotidiani con le singole Società.”

Si attende quindi il 29 marzo, quando la sfida tra Udine e Pordenone decreterà chi acquisirà il pass diretto per la Finale, e chi -invece- se la vedrà con noi nella semifinale mattutina del primo maggio in provincia di Udine. 

 

Il tabellino:

Rappresentativa Femminile TS-GO – Rappresentativa Femminile UD    1 - 3

(25-15, 18-25, 21-25, 14-25)

Durata set: 19’, 19’, 21’, 18’ (totale: 79’)

Arbitro: Michele Silvestrin (PN)

 

Ufficio Stampa

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Goriziaa
 

Chiusura Segreteria C.T. 21-03-2019

Si comunica che giovedì 21 marzo 2019 si svolgerà allo stadio Rocco la partita amichevole Italia vs Austria U21 e, pertanto, nella giornata in oggetto, poichè non sarà consentita alcuna attività all'interno dello stadio, la segreteria del Comitato Territoriale sarà chiusa.

 

Cordiali saluti

La Segreteria

Rappresentativa Maschile – Vincenti a Pordenone

La prima uscita stagionale vede i nostri giovani rappresentanti non voler essere da meno delle loro colleghe territoriali, e andare a conquistarsi la vittoria in trasferta dopo quasi due ore di gioco a Borgomeduna accompagnati anche dal supervisore delle Rappresentative Andrea Carbone.

La cronaca:

1° set
Partiamo mettendo sotto pressione al servizio i nostri avversari, rendiamo abbastanza bene in ricezione, mentre in attacco commettiamo qualche errore di troppo; comunque il parziale lo portiamo a casa con 3 punti di scarto.

2° set
L’andamento positivo continua, ma solo fino all’8-6, quando subiamo un break di 4 punti che coach Manià prova ad arginare chiamando un time-out. Niente da fare: altri 4 punti di fila pordenonesi ci portano sull’8-14. E’ dura ma ci crediamo e li acciuffiamo sul 18, ciononostante arriva un altro pn-break di 3 punti. Si può continuare a crederci, ma due errori in attacco e due servizi in rete regalano un set comunque bello e combattuto ai nostri avversari.
 
3° set
L’ apertura vede un ribaltamento di prestazioni rispetto alla prima frazione: sono loro a giocare bene dai 9 metri, mentre la nostra ricezione e la nostra fase offensiva hanno percentuali di errore tali da portarci sotto addirittura sul 2-12, per poi chiudere arrivando appena a toccare la doppia cifra.  

4° set
La reazione dei nostri arriva però immediata e nel quarto partiamo bene: un’efficace correlazione della fase muro-difesa ci vede sopra 14-9, quindi 17-11 e poi 21-17; ma a questo punto arriva il break che non ti aspetti: Pordenone inanella 5 punti di fila e ci supera. Il momento critico viene comunque gestito e risolto con un contro-break che ci porta diretti al set decisivo.

5° set
Qui bisogna dare il tutto per tutto, e noi lo facciamo sfoderando una bella pallavolo; ma bisogna combattere su ogni palla: si gioca punto a punto e con azioni lunghe fino al 12 pari. Ci crediamo fino in fondo e mettiamo a terra l’ultimo pallone che ci fa tornare a casa da Via Prasecco con la giusta soddisfazione.

Chiediamo un commento al selezionatore Loris Manià: “Sono contento dei ragazzi perché hanno dimostrato quello che sanno fare, come anche di saper ascoltare e mettere in pratica ciò che ho chiesto: sono stati molto rispondenti. Inoltre ho fatto giocare quasi tutti, anche i più giovani, e questo è un motivo ulteriore di merito del collettivo.”
C’è stata qualche prestazione che intende sottolineare? “Il merito va a tutti -prosegue l’ex-azzurro- anche a chi non ha giocato ma ha partecipato attivamente a un evento corale, quello che dovrebbe essere ogni gara.”

Complimenti ai nostri ragazzi, quindi, e ora appuntamento all’08/04 quando dall’altra parte della rete troveremo la Rappresentativa di Udine.

Il tabellino:

Rappresentativa Maschile PN - Rappresentativa Maschile TS-GO    2 - 3    
(22-25, 25-21, 25-10, 22-25, 13-15)
Durata set: 23’, 23’, 21’, 25’, 15’.

Arbitro: Vincenzo De Simone

Fipav – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

Aggiornamento Allenatori con Pieragnoli e Mazzanti

E' stato indetto un corso di aggiornamento per Allievi Allenatori e Allenatori di 1° grado che si svolgerà in occasione della Selezione delle atlete di interesse da parte dei Selezionatori Nazionali. 
Il Corso, tenuto dal Docente Nazionale Prof. Luca Pieragnoli, si terrà domenica 24/02 a Pavia di Udine e avrà come oggetto “L’evoluzione del palleggiatore a partire dal settore giovanile”. Alla giornata sarà presente anche il Direttore Tecnico e allenatore della Nazionale Femminile Seniores Davide Mazzanti.
 
Un'occasione unica per il proprio percorso di formazione!
 
Coglietela al volo seguendo, nel documento qui allegato, tutte le informazioni utili e le modalità con le quali potersi iscrivere.

FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

 


 
 
Attachments:
Download this file (Indizione.pdf)Mazzanti & Pieragnoli

Centro chiuso al traffico a Trieste fino al 22/02

Al fine di organizzare per tempo e al meglio i trasferimenti per gli allenamenti e -soprattutto- per le partite di Campionato, ricordiamo che da oggi martedì 19/02 a venerdì 22/02, dalle 15 alle 20, il centro di Trieste sarà chiuso al traffico veicolare nelle zone indicate e disegnate nella mappa che potete consultare in questo articolo: 
 
FIPAV - Comitato Territoriale Trieste-Gorizia

 
 

Rappresentativa Femminile – Vittoria a Pordenone

Le nostre ragazze tornano a casa con il sorriso dalla trasferta a Tamai di Brugnera (che le ha viste accompagnate anche dal Presidente del nostro Comitato Paolo Manià).

La prima uscita stagionale della Rappresentativa Territoriale Rosa si traduce in una sudata vittoria arrivata alla fine di 5 set che ci hanno visti prima in vantaggio, poi sotto di un set, e poi ancora in rimonta da lì alla fine.

Partiamo alla grande al fischio d’inizio e -grazie soprattutto ai fondamentali di servizio e muro- distanziamo le avversarie da subito fino a chiudere il primo set con ben 10 lunghezze di vantaggio (15-25).

Partono meglio le pordenonesi nel secondo parziale che le vede sopra fino al 12-11, quando un grande break di 6 punti delle nostre ci porta in vantaggio 17-12; ci facciamo rimontare un po’ ma arriviamo sul 19 comunque con un vantaggio di 3 punti, però non basta: le padrone di casa continuano a recuperare e ci raggiungono sul 22. Un nostro palleggio falloso e una schiacciata in rete, poi, regalano il set alle avversarie.

La musica non suona bene per noi nella terza frazione: servizi ficcanti ed efficaci ci mettono in difficoltà, e questo -unito a qualche nostro errore di troppo- permette a Pordenone di lasciarci a 17 e portarsi avanti per 2-1 nel computo dei set.

Ma le nostre rappresentanti non ci stanno a perdere e tornano in campo con più grinta di prima: il quarto capitolo del match ci vede avanti dall’inizio alla fine (i time-out vedono il punteggio fermarsi prima sul 10-7 e poi sul 21-17) e lo conquistiamo con 5 punti di scarto.

L’atteggiamento e l’andamento non cambiano nel set decisivo: noi sempre sopra e si cambia campo sull’8-7; ma siamo in vantaggio praticamente punto a punto fino alla doppia cifra quando risulta particolarmente efficace l’ingresso in zona di difesa di Alice Petz, autrice anche di due ace nel finale di gara. Pordenone si ferma a 12, noi arriviamo a 15 e ci portiamo a casa l’incontro.

“Sono molto soddisfatto delle ragazze -ci racconta coach Andrea Stefini- anche perché era la prima volta che giocavano assieme e questo comporta ampi margini di miglioramento. Mi è piaciuta molto la cooperazione che hanno saputo esprimere soprattutto nelle fasi di ricezione e muro-difesa, e il fatto che tutte si siano divertite. Anche il fatto che abbiano giocato praticamente tutte, tranne De Savino e Mullig (quest’ultima infortunata a una caviglia, ndr), è per me nota positiva e indicativa del potenziale che il gruppo può esprimere.”

“Buona la prima”, quindi… e ora di nuovo sotto con il lavoro per preparare la seconda sfida, che ci vedrà impegnati -in marzo- con la Rappresentativa di Udine.

 

Il tabellino:

Rappresentativa Femminile PN - Rappresentativa Femminile TS-GO 2-3

(15-25 , 25-22 , 25-17 , 20-25 , 12-15)

 

FIPAV – Comitato Territoriale Trieste-Gorizia      

 

 

©2019 FIPAV Comitato Territoriale Trieste Gorizia - Foto di sfondo di Roberto Carsi